Home Ricerca Diabete, un’alta concentrazione di batteri intestinali previene il tipo 2

Diabete, un’alta concentrazione di batteri intestinali previene il tipo 2

2 min read
0

Combattere il diabete di tipo 2 attraverso i batteri intestinali. E’ lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports da un gruppo di ricercatori finlandesi e svedesi che si sono concentrati sulla produzione di acido indolepropionico. Secondo gli studiosi alte dosi di concentrazione di questo metabolita preverrebbero lo svilupparsi della malattia. Il gruppo di lavoro, da Matti Uusitupa dell’University of Eastern Finland di Kuopio (Finlandia), ha esaminato circa duecento adulti che avevano già preso parte all’indagine “Finnish Diabetes Prevention Study”. La condizione iniziale della ricerca prevedeva che tutti i volontari fossero in sovrappeso e che presentassero una, seppur minima, intolleranza al glucosio. Nei successivi 15 anni circa novantasei di essi hanno sviluppato il diabete di tipo 2, mentre i rimanenti non sono stati colpiti dalla malattia.
I ricercatori, dopo accurate analisi sulla concentrazione dei metaboliti presenti negli intestini dei soggetti, hanno scoperto che la principale differenza fosse proprio quella. Le centoquattro persone che non hanno contratto la malattia presentavano consistenti livelli di acido indolepropionico e di altri metaboliti lipidici. Sarebbe proprio quello, secondo gli scienziati, a non consentire alla malattia di svilupparsi.
Un’elevata presenza del metabolita, infatti, sarebbe capace di promuovere la secrezione dell’insulina da parte delle cellule beta-pancreatiche. Per arrivare a produzioni più elevate di batteri intestinali sarebbe bene seguire un’alimentazione ricca di cereali integrali e fibre.

Load More Related Articles
Load More By Redazione
Load More In Ricerca
Comments are closed.

Check Also

Salute, bellezza, benessere: a Napoli la ventunesima edizione di Aestetica

Si è chiusa con un grande successo di pubblico la ventunesima edizione di “Aestetica…